mercoledì 16 settembre 2009

PAUL POPE - LIQUIDO PESANTE

Liquido pesante è un lavoro edito dalla Vertigo nel 2001 ad opera di Paul Pope.
Autore eclettico e legato al panorama fumettistico alternativo americano, Pope, si impone per il suo stile di disegno dinamico ed eccentrico che, pur rispettando i classici canoni narrativi di composizione della tavola, si innalza per originalità.
La storia è ambientata fra New York e Parigi intorno all'anno 2075. S., il protagonista, è in fuga dalla banda dei Pagliacci che lo cercano per recuperare la partita di Liquido Pesante che lui gli ha sottratto.
Questo Liquido Pesante è una sorta di metallo rarissimo che una volta scaldato e sciolto si puo assumere per via auricolare ampliando cosi le proprie percezioni e la propria capacità mentale.
La narrazione ha un ritmo serrato con situazioni incalzanti che vanno ad intrecciarsi con una storia d'amore che sembra più un amarcord, un qualcosa che il protagonista cerca di raggiungere ma senza riuscirci.
Il segno di Pope, frenetico e a tratti fluido, striscia via che sembra quasi accennato, eppure niente è messo li per caso e i suoi personaggi sembrano davvero in movimento, pronti a scattare e ad agire. Anche il testo scorre piacevole lungo i dialoghi e in alcune didascalie si possono cogliere momenti davvero poetici.
In più la scelta della colorazione, una sorta di tricromia, rende molto bene l'ambientazione di questo futuro non troppo remoto e si sposa ottimamente coi toni noir della storia.
Un'opera uscita nell'indifferenza generale in Italia, dato che qua su internet non ho trovato niente di interessante al riguardo. Forse il prezzo e/o la bassa tiratura insieme alla poca conoscenza di questo autore hanno fuorviato gli acquirenti. Un vero peccato perché Pope è da considerarsi un maestro del fumetto moderno e come tale merita di essere letto.

Paul Pope
Liquido Pesante
Brossura, 240 pag. a colori
18 euro
Magic Press
2003

2 commenti:

Ettore ha detto...

Inizio a temere che siamo indicizzati di merda...

http://www.lospaziobianco.it/1176

Ettore

andrea q. ha detto...

carissimo, lo penso anche io, a me non è uscito assolutamente nulla cercando su google!